Emergenza Liguria 2012

In seguito alla violenta ondata di maltempo che ha duramente segnato la Liguria, uomini e mezzi della Croce Rossa Italiana sono intervenuti fin dalle prime ore per soccorrere le persone colpite dall’emergenza, in particolare nell’area della Liguria meridionale.

Emergenza Toscana 2011

Appena scattata l’emergenza a seguito dell’alluvione che ha colpito la Lunigiana, tutta la Croce Rossa della Toscana si è messa al lavoro senza sosta nei luoghi messi in ginocchio dal maltempo, con uomini e mezzi speciali all’interno del team di associazioni coordinato dalla Regione Toscana.

Emergenza Sisma Abruzzo

La mattina del 6 aprile 2009, avvertita la scossa di terremoto, conl’attivazione spontanea di tutta la popolazione abruzzese, la C.R.I.è intervenuta in prima linea a sostegno delle vittime del sisma,attraverso il personale delle sedi di Croce Rossa locale, grazieall’organizzazione territoriale del sistema di risposta all’emergenzatipico dell’Associazione…

Emergenza Pakistan 2010

Il 9 agosto 2011, nel sud del Pakistan, si è abbattuto un monsone che ha colpito in particolare la provincia del Sindh. Nei primi giorni di settembre, forti piogge diffuse hanno raggiunto anche Karachi, il sud del Punjab e le parti orientali del Baluchistan, causando inondazioni nel Sindh, a Khan, nel Punjab meridionale e in diverse località del Baluchistan; inoltre, l’impatto delle alluvioni è stato amplificato dalla rottura dei canali agricoli e degli scarichi d’acqua. Nel complesso, in 27 giorni di intense piogge, si sono verificati allagamenti in 21 dei 23 distretti del Sindh interessando anche distretti già gravemente colpiti dalle inondazioni del 2010.

Emergenza Migranti – Crisi Maghreb

In Sicilia a Lampedusa la Croce Rossa Italiana (come ci comunica costantemente la Sala Operativa Nazionale CRI coordinata da Roberto Antonini) è presente con 15 volontari e operatori tra medici, infermieri, logisti, soccorritori con 6 mezzi a disposizione. La CRI garantisce h24 soccorso durante le operazioni di sbarco e assistenza sanitaria presso il Posto Medico Avanzato (PMA) allestito al molo Favarolo.

Missione Iraq

Il progetto di intervento, finalizzato ad individuare una serie di azioni tendenti a fronteggiare la situazione post bellica esistente in Iraq, in considerazione del fatto che la conclusione della prima fase del conflitto aveva comportato una reale e completa disintegrazione del sistema sanitario locale è stato articolato in due fasi distinte