Benemerenze

Fin dai primi anni successivi alla costituzione della Croce Rossa Italiana, si presentò il problema di come ricompensare, in maniera pubblica, i volontari – sia uomini che donne – che avevano dato lustro all’Associazione nell’adempimento del proprio dovere oppure che avevano contribuito in maniera pregevole alle sue opere ed attività.

Sulla base di questi presupposti e con l’intento di voler stimolare tutti i volontari ad un sempre migliore svolgimento del servizio, nel 1897 venne creata la Medaglia di Benemerenza cui fece seguito, nel 1908 la Medaglia Commemorativa destinata a ricompensare coloro che avevano preso parte ai soccorsi per il Terremoto Calabro-Siculo.

Medaglia di Benemerenza

Nel 1913 vennero istituite le Medaglie al Merito della Croce Rossa Italiana la cui concessione, dal 1915, è facoltà “motu proprio” del Presidente Nazionale e, dal 1917, su parere di una Commissione istruttoria di valutazione. Possono essere decorate – in caso di azioni sui campi di battaglia – con una “palma”.

Medaglie al Merito della Croce Rossa Italiana con "palma"

Dal 1914 il personale (dipendente e volontario) con particolare anzianità di servizio riceve una apposita medaglia trasformatasi, nel 1917, nell’ancora attuale Croce di Anzianità.

Dal 1917 la massima onorificenza della CRI è la Gran Croce al Merito concessa, ancora oggi, per altissimi meriti a Capi di Stato e Membri del Movimento Internazionale (in tempi recenti è stata concessa al Principe Alberto II° di Monaco ed ai Presidenti della Repubblica Giorgio Napolitano e Sergio Mattarella).

L’attuale Regolamento, in conformità allo Statuto CRI, prevede le seguenti distinzioni:

  1. Riconoscimenti al Merito (Gran Croce, Medaglia in Oro, Argento e Bronzo, Diploma)
  2. Benemerenze (1, 2, 3 classe e Diploma)
  3. Croci di Anzianità (15, 25, 35 e 50 anni di servizio)
  4. Croci Commemorative
Croci di Anzianità
Riconoscimenti al Merito
Croci Commemorative

Nel corso degli anni sono state create altre medaglie commemorative ad hoc per gli interventi in Albania nel 1999, per l’Alluvione del Piemonte nel 1994, per il Terremoto di Foggia e Campobasso del 2002. Infine, per la Missione in Iraq 2003-2006.

Dal 1920 le decorazioni concesse dalla CRI sono riconosciute ed autorizzate dalle Forze Armate Italiane sulle proprie uniformi, in quanto rappresentative di un onore concesso dalla più grande Associazione umanitaria del Paese.

Il Regolamento è stato approvato nella sua ultima versione dal Consiglio Direttivo Nazionale in data 10/03/2018.

Commemorativa per gli interventi in Albania
Commemorativa per gli interventi in occasione dell'Alluvione in Piemonte
Commemorativa per gli interventi in occasione del Terremoto di Foggia e Campobasso
Commemorativa per gli interventi durante la Missione in Iraq 2003-2006
Copy link
Powered by Social Snap