Il 7 luglio 2017, con 122 voti a favore, 1 astenuto e 1 contrario è stato approvato il Trattato per la Proibizione delle Armi Nucleari (TPNW). Si tratta del primo trattato che rende illegali l’uso, la minaccia, il possesso e lo stazionamento delle armi nucleari. Il trattato lo scorso ottobre ha raggiunto il numero di ratifiche (50) necessarie per l’entrata in vigore del trattato che avverrà il 22 gennaio 2021.

Il trattato riconosce al Movimento Internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa un ruolo rilevante sancito nel preambolo e nel testo (Artt. 7.5 e 8.5) in materia di cooperazione e assistenza internazionale, oltre che nella riunione degli Stati parte.

Il 26 settembre 2019, in occasione della Giornata internazionale per la proibizione delle armi nucleari, la Croce Rossa Italiana ha lanciato la campagna “Nuclear Experience – Croce Rossa Italiana per il Disarmo Nucleare” affinché l’Italia aderisca al Trattato per la Proibizione delle Armi Nucleari. Le attività finora svolte includono: monitoraggio sugli sviluppi politici e normativi degli attuali strumenti internazionali in materia di disarmo e non-proliferazione e attività di advocacy con i principali stakeholders nazionali (Governo, Parlamento, Sindaci); presentazione di un pledge durante la 33^ Conferenza Internazionale; partecipazione al Movement Support Group della Risoluzione 4 del Consiglio dei Delegati; partecipazione al Youth Action Forum sulle armi nucleari del Movimento Internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa; formazione ai neo-istruttori di Diritto Internazionale Umanitario; organizzazione giornate info-formative; inclusione del progetto “Nuclear Experience” all’interno del Protocollo CRI-MIUR.

Attualità

Copy link
Powered by Social Snap