Il progetto prevede la realizzazione di diverse azioni con il duplice obiettivo di facilitare e migliorare l’inclusione sociale e lavorativa delle persone in condizione di svantaggio e vulnerabilità e aumentare la consapevolezza della comunità sull’importanza di coniugare produttività e inclusione, in particolare delle persone con disabilità.

Le attività previste sono rivolte sia ai destinatari dell’intervento (persone in condizione di svantaggio e vulnerabilità, con particolare attenzione alle persone con disabilità), sia alle persone a supporto della loro inclusione (i Volontari CRI), sia alla comunità in generale. 21 Comitati territoriali, uno per Regione, diventeranno Presidi delle attività di accesso al lavoro e realizzeranno sul loro territorio gli interventi strutturati di inclusione lavorativa, garantendo un percorso di inserimento integrato, accompagnando la persona in condizione di svantaggio e vulnerabilità dal riconoscimento del bisogno, alla formazione, all’ingresso nel mercato del lavoro fino al sostegno nel mantenimento dell’occupazione, attraverso attività, sia individuali che di gruppo, grazie al lavoro dei Volontari CRI formati sulle tematiche relative all’integrazione socio-lavorativa delle persone in condizione di svantaggio e vulnerabilità. Gli interventi strutturati di inclusione lavorativa condotti nei Presidi, saranno accompagnati da attività di promozione dell’autonomia per le persone con disabilità, dallo sviluppo di reti nazionali e locali di collaborazione a supporto delle attività di inclusione lavorativa e sociale, da eventi di matching con il mondo del lavoro ed infine, da una campagna di sensibilizzazione nazionale comprendente attività di promozione territoriale.

Copy link
Powered by Social Snap