Giornata per le Vittime della Strada. Rocca: "I Giovani della CRI ci ricordano di non usare i cellulari alla guida"

 
 

La strage stradale non conosce tregua né confini: ogni anno si aggiungono milioni di morti e feriti. In occasione della Giornata Mondiale del Ricordo delle Vittime della Strada, la Croce Rossa Italiana rinnova il suo impegno per la prevenzione degli incidenti, l’educazione stradale e la sensibilizzazione nei confronti di corretti stili di vita. I Comitati CRI e in particolar modo i Giovani CRI sono infatti quotidianamente impegnati in molteplici attività nelle piazze, nelle scuole, nei locali pubblici e nei tanti centri di aggregazione giovanile.

Obiettivo dell’attività è l’informazione e la prevenzione sui rischi di incidenti legati a stili di guida errati. Particolare attenzione da parte della CRI quest’anno è rivolta all’impiego del cellulare alla guida (smartphone e altri device portatili compresi). 

“I Giovani della CRI – sottolinea il Presidente della Croce Rossa Italiana, Francesco Rocca – sono portavoce ideali di stili di vita corretti. Oggi ci ricordano di non usare i telefoni cellulari alla guida, tra le principali cause di incidenti stradali. Questo malcostume miete fin troppe vittime, soprattutto tra i neopatentati”. 
Un comportamento scorretto che può essere fatale ma che, purtroppo, per molti è un’abitudine. Non a caso, il claim dell’iniziativa è “Niente cellulare, guida sicuro!”.

 

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy link
Powered by Social Snap