Infarto cardiaco

Un’esposizione prolungata al caldo e umido può mettere in crisi i meccanismi di compenso dell’organismo.
Quando questo accade lo stato di coscienza si può alterare. In questo caso si può parlare del colpo di calore.

Cosa fare in questo caso?

La pelle della persona interessata può essere calda o arrossata, secca o umida. Possono comparire mal di testa, nausea, vertigini, debolezza e spossatezza, fino ad avere vomito, aumento della temperatura corporea e alterazioni della coscienza.

1. Chiama al più presto il 118 (112 dove già attivo il numero unico emergenza) o incarica un’altra persona di farlo, magari con il cellulare. Un colpo di calore può mettere a repentaglio la vita.

2. Porta la persona in un luogo più fresco e asciutto.

3. Togli o allenta i vestiti stretti e applica dei panni freddi e inumiditi. Fai aria.

4. Se è cosciente, falle bere dell’acqua fresca a piccoli sorsi. Presta attenzione che beva lentamente.

5. All’occorrenza, provvedi a raffreddarla velocemente, applicando compresse fredde o del ghiaccio avvolto in un panno, su polsi, caviglie, inguine, nuca e ascelle.

6. Presta attenzione a eventuali cambiamenti delle sue condizioni.

– Qual è la differenza tra spossatezza da calore e colpo di calore?

In genere la spossatezza è dovuta alla perdita di liquidi corporei attraverso un’eccessiva sudorazione, anche per uno sforzo fisico intenso, in ambienti molto caldi e umidi. Se le condizioni ambientali si protraggono e l’organismo non è più in grado di autoregolare la propria temperatura, si ha il colpo di calore che può mettere a repentaglio la vita.

– Che cosa sono i crampi da calore?

I crampi da calore sono dolori e spasmi muscolari, in genere nelle gambe, causati dall’azione di un forte calore in presenza di grande umidità, e dalla relativa perdita di sali e liquidi corporei. I crampi da calore sono spesso un primo sintomo che il corpo è sottoposto a un calore eccessivo.

– Come tratto i crampi da calore?

Se una persona sta avendo crampi da calore, portala in un luogo più fresco e falla sdraiare. Distendi con cautela il muscolo interessato e bilancia la perdita di liquidi, somministrandole mezzo bicchiere d’acqua (circa 120 ml) ogni 15 minuti.

– Qual è la differenza tra colpo di sole e colpo di calore?

Si parla di colpo di sole quando la testa resta esposta direttamente ai raggi solari per un tempo eccessivo. I sintomi sono simili a quelli del colpo di calore anche se non è necessariamente presente la sudorazione.
Nel caso del colpo di sole occorre portare la persona all’ombra e proteggerle la testa, se possibile raffreddandola.’

 
 
 
 
Copy link
Powered by Social Snap