Twichenham, 1871-Castellammare di Stabia, 1951
Ispettrice Generale delle Infermiere Volontarie della Croce Rossa Italiana 1915-1921
Ispettrice Onoraria 1921-1939

 

Nel 1905 i Duchi d’Aosta si trasferirono da Torino a Napoli; Elena di Francia qui iniziò la sua “missione”, in anonimato, vicina ai bisognosi ed agli ammalati della città. Nel 1906 in occasione dell’eruzione del Vesuvio, prestò fin da subito soccorso alle popolazioni colpite.

Nel 1908 durante il terremoto Calabro – Siculo fu nuovamente “in prima linea” nel soccorso ai terremotati.

Nel 1909 a Napoli frequentò la Scuola per Allieve Infermiere Volontarie della Croce Rossa diretta da Graziana Baxter (nata a Firenze e diplomata all’Ospedale Johns Hopkins di Baltimora), rinomata per la serietà e la disciplina con le allieve. Nel 1915 venne nominata Ispettrice Generale delle Infermiere volontarie della Croce Rossa Italiana e con questo ruolo mirabilmente guidò le Infermiere durante la Prima Guerra Mondiale. Oggi come allora vogliamo ricordare l’eroismo, la pietà e il nobile spirito di sacrificio della prima Infermiera d’Italia. La Croce Rossa Italiana, nella sede del Comitato Centrale, in Via Toscana, fece incidere nel marmo questa epigrafe che sintetizza lo spirito che animava questa donna:

Sua Altezza Reale Elena di Francia Duchessa d’Aosta – nella guerra di redenzione 1915-18- Ispettrice Generale delle Infermiere della Croce Rossa Italiana – consapevole come un condottiero- valorosa come un soldato – consolatrice come una madre – suscitò e guidò la pia coorte – di donne vigilanti sui feriti e sugli infermi – dagli ospedali territoriali alle linee di combattimento –La Croce Rossa ricorda – Roma, 1926”.


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy link
Powered by Social Snap