La Croce Rossa di Ascoli Piceno per la Giornata di sensibilizzazione in memoria della Vittime della strada

 

E’ di fondamentale importanza  educare le giovani generazioni ai corretti comportamenti affinché siano essi i protagonisti della sicurezza stradale.
Lo scorso 27 novembre in una sala gremita da oltre 250 ragazzi, si è tenuto un convegno, organizzato da Simona Flammini dell’USP ASCOLI e dalla Prefettura di Ascoli, che ha avuto l’obiettivo di sensibilizzare le nuove generazioni sulla tematica della Sicurezza stradale.  Al  tavolo dei relatori Jonni Perozzi, rappresentante dell’ Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada Onlus, dal 2008, è testimonianza diretta, con il suo dramma, non solo del valore della vita umana ma anche delle gravi conseguenze di comportamenti scorretti come la guida in stato di ebbrezza alcolica o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti o psicotrope. Vittima di un incidente in motorino all’età di 14 anni che lo ha reso tetraplegico, ha posto l’attenzione sul fattore umano. Il Comandante della Polizia Stradale della Provincia di Ascoli Piceno, Luca Iobbii, attraverso “Storie e filmati” ha sollecitato l’attenzione di tutti sul dramma degli incidenti stradali, per coinvolgere i giovani studenti alla responsabilità nel fare le scelte giuste, soprattutto quando si tratta di rispettare le regole della strada perché ognuno può fare la differenza, concentrando il suo intervento soprattutto sulla problematica dell’uso dei cellulari e, più in generale, delle distrazioni alla guida che rappresentano oggi la causa del maggior numero di incidenti stradali. Il Tenente Barboni attraverso “L’impegno profuso”  ha focalizzato il suo intervento guardando in particolare ai giovani, e alle gravi conseguenze che possono derivare da condotte di guida non rispettose del codice della strada, auspicando che siano i giovani ad essere testimoni attivi di un cambiamento culturale nell’ambito della sicurezza stradale. Presenti anche Daniele Luciani, del Dipartimento di Prevenzione – PEAS
dell’ Asur – AV5 che ha sottolineato l’importanza della prevenzione, non solo come dovere istituzionale, ma soprattutto come momento fondamentale per gli adolescenti che stanno
vivendo momenti difficili. Ha ricordato la “buffata alcolica” del sabato sera e l’importanza della scelta. Una scelta che pone dei limiti.  Ed infine la Croce Rossa di Ascoli Piceno, con la
Presidente Cristiana Biancucci, ha posto maggiore attenzione sull’uso del cellulare alla guida e sull’importanza di corretti stili di vita. Coinvolgente la parte pratica che ha
visto la platea protagonista del percorso “Mi fido di te” attraverso l’uso di lenti distorcenti che simulano lo stato di ebrezza.

 
 

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy link
Powered by Social Snap