Breakfast Club di Kellogg e Croce Rossa: oltre 24mila colazioni distribuite in tutto l’anno scolastico

 
 

Offrire
colazioni sane ed equilibrate e favorire momenti di socialità direttamente
nelle scuole. Si conclude la terza edizione del progetto “Tutti a fare
colazione. La prima lezione del giorno”, promosso da Kellogg e Croce Rossa
Italiana. L’attività, declinazione italiana dell’iniziativa internazionale
Breakfast Club, ha il duplice obiettivo di promuovere le basi per una corretta
educazione alimentare e, allo stesso tempo, aiutare le famiglie in difficoltà. Per
tutto l’anno scolastico 2018/2019 oltre 120 volontari della Croce Rossa hanno
distribuito quotidianamente più di 24mila colazioni nelle scuole primarie di
quattro città italiane: Milano, Torino, Casal di Principe e San Severino Marche.

Il progetto, che Kellogg porta avanti a
livello internazionale da oltre 20 anni, è iniziato in Italia nel 2017 in una
scuola elementare di Milano in cui i volontari CRI hanno offerto a oltre 50
bambini una colazione con il giusto apporto proteico per affrontare al meglio
la giornata. Negli anni l’attività si è ampliata, fino ad arrivare a
raggiungere quattro città italiane. L’ultima in ordine di tempo è San Severino
Marche (Mc), comune duramente colpito dal sisma del centro Italia del 2016.

 
 

“Siamo stati molto contenti di attivare il progetto in questa scuola particolarmente provata – afferma Elena Amici Presidente CRI San Severino Marche –  Il momento della colazione con i volontari CRI diventa per i bambini un’importante occasione per socializzare”.

“Servire le colazioni ogni giorno in questa scuola è una grossa opportunità – aggiunge Roberta De Bernardi referente del progetto nell’Istituto XXV Aprile di Torino – dato che si inserisce in un quartiere che vive disagi socio – economici in cui non tutti i bambini hanno la possibilità di mangiare tre pasti completi tutti i giorni”.

Diverse ricerche sottolineano, infatti, l’importanza della prima colazione per aumentare la capacità di attenzione e mantenere una buona forma psicofisica sia nei più piccoli che negli adulti. Il progetto nasce proprio per sopperire a questa mancanza, offrendo un pasto completo a titolo totalmente gratuito a base di proteine, carboidrati e vitamine e, allo stesso tempo, promuovere l’educazione alimentare attraverso il confronto con i volontari CRI.


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy link
Powered by Social Snap