Migranti, il grande impegno della Croce Rossa nelle attività di accoglienza durante gli sbarchi

Una volontaria CRI con un neonato
@CRI Salerno

Non si ferma il grande lavoro di uomini e donne della Croce Rossa Italiana impegnati giorno e notte nelle attività di accoglienza e assistenza dei migranti durante gli sbarchi dalle unità navali della Marina Militare nell’ambito dell’operazione Mare Nostrum. Nella giornata del 16 settembre, la CRI è intervenuta a Salerno, Catania, Pozzallo, Brindisi, dove sono arrivati nel complesso circa 2000 migranti. Al porto di Salerno, dalla nave Fasan della Marina, sono sbarcati 837 persone di varia nazionalità, soccorsi nelle acque del Canale di Sicilia. Alle operazioni di sbarco, insieme con le forze  dell’ordine, hanno partecipato 30 volontari dei Comitati CRI di Salerno e di Giffoni Valle Piana, Agro, Costa d’Amalfi, Cava de’ Tirreni. La CRI ha distribuito generi di primo conforto e prestato assistenza sanitaria nelle tende allestite per le visite mediche. Tra i migranti c’erano anche una donna incinta, che ha partorito subito dopo essere arrivata in Italia, e numerosi bambini e neonati.

  

Un avolontaria CRI con una migrante
@CRI Salerno

Nella stessa giornata a Brindisi la Croce Rossa è intervenuta con 28 volontari e diversi automezzi per assistere 594 migranti giunti presso il molo S. Apollinare. In serata a Pozzallo (RG) i volontari della Croce Rossa si sono attivati per assistere 200 migranti al momento dello sbarco. Nella mattinata del 17 settembre, sono arrivate circa 1000 persone in differenti sbarchi tra Palermo e Reggio Calabria: a Reggio sono giunte a bordo della nave Aliseo della Marina Militare 880 persone, tra cui 72 minori, al porto di Palermo invece, su una nave mercantile, 105 migranti soccorsi nei giorni scorsi nel Canale di Sicilia. La CRI, insieme con le altre istituzioni presenti, ha accolto i migranti distribuendo cibo e bevande e ha effettuato l’assistenza sanitaria prima del loro trasferimento nelle previste strutture di accoglienza. Il 18 settembre la Croce Rossa siciliana è intervenuta in diverse operazioni di sbarco. A Pozzallo (RG) sono arrivati 261 migranti, tra cui 6 minori e 47 donne, sei delle quali sono state trasferite all’ospedale di Ragusa perchè erano in stato di gravidanza. A Porto Empedocle, dove dall’inzio dell’anno sono sbarcati 11.556 migranti, sono giunte 320 persone, tra cui 29 donne e 33 minori. A Trapani sono arrivati nel pomeriggio 174 migranti.A Palermo la Croce Rossa è stata intanto allertata per l’arrivo, previsto il 19 settembre, di 423 migranti. Sulle coste del sud Italia sono giunti da gennaio 130mila migranti, di cui 17mila nei primi 15 giorni di settembre. La maggior parte delle persone soccorse provengono da Eritrea e Siria (quasi il 50 per cento), dalle regioni dell’Africa subsahariana e dal Mali.

  

          

Copy link
Powered by Social Snap