Chi sono i giovani?

  • “La Croce Rossa Italiana, in linea con le indicazioni della Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa (Youth Policy, Strategia 2020), realizza un intervento volto a promuovere lo “sviluppo” del giovane.
  • Contribuisce a sviluppare le capacità dei giovani affinché possano agire come agenti di cambiamento all’interno delle comunità, promuovendo una cultura della cittadinanza attiva. (dal sito della Croce Rossa Italiana)”
  • I giovani della CRI Trentino sono da sempre impegnati in attività di promozione, sensibilizzazione e formazione che spaziano dall’ambito sanitario a quello di educazione civica e di buoni cittadini del mondo.
  • Si definiscono giovani della Croce Rossa Italiana tutti i soci di età compresa fra i 14 e 32 anni.
  • Questo limite non vuole assolutamente essere restrittivo anzi serve solo a dare una linea d’azione, infatti i giovani della CRI trattano principalmente con i giovani del territorio ed esistono per i giovani cittadini (tipologia di formazione peer to peer, da pari a pari, da giovane a giovane).
  • Una parte importante e trasversale quindi del sistema Croce Rossa che vede impegnati i giovani per i giovani.
I Giovani

Promuoviamo attivamente lo sviluppo dei giovani e una cultura della cittadinanza attiva. Come?

Attraverso interventi volti a sviluppare le capacità dei giovani , affinché possano agire come agenti di cambiamento all’interno della comunità.

Che approccio usiamo?

I Giovani

Obiettivi specifici

  • Promuovere lo sviluppo della fascia giovane della popolazione e favorirne
  • la partecipazione
  • Promuovere ed
  • educare alla cultura della cittadinanza attiva

I Giovani CRI si danno 3 sfide!

  • Salute e stili di vita sani
  • Lavoro e disoccupazione giovanile
  • Inclusione sociale

Attività quadro

  • L’educazione alla salute e la promozione di stili di vita sani
  • La promozione della donazione volontaria del sangue, degli organi e dei tessuti
  • La prevenzione delle patologie non trasmissibili
  • L’educazione alla sessualità e la prevenzione delle patologie a trasmissione sessuale
  • L’educazione alla sicurezza stradale
  • La prevenzione, mitigazione e recupero della devianza giovanile
  • Gli interventi contro la disoccupazione giovanile
  • La promozione dei Principi Fondamentali e di una cultura della non-violenza e della pace
  • Le attività educative rivolte a bambini ed adolescenti
  • Le attività di prevenzione al fenomeno dei cambiamenti climatici
  • Le attività di cooperazione e gli scambi internazionali giovanili
I Giovani
Giovani

 

 

Delegato Area 5 – Giovani

Andrea Pedot

T. 377 5224019
andrea.pedot@trentino.cri.it

Copy link
Powered by Social Snap