L’unione fa la forza: in Lombardia per fronteggiare l’emergenza Coronavirus CRI e ANPAS pronte a lavorare con equipaggi misti

Due operatori di Croce Rossa e ANPAS in attività di soccorso
Due operatori di Croce Rossa e ANPAS in attività di soccorso

Gli operatori del Soccorso Sanitario sono coloro che garantiscono
quotidianamente il Soccorso Extraospedaliero, a bordo di ambulanze CRI, ANPAS e di altri Enti. E oggi più che mai sono molto preziosi. L’emergenza Coronavirus richiede infatti un dispiegamento di forze superiore all’ordinario.

Per questo i due Enti di riferimento in materia di Emergenza Sanitaria in Lombardia, Croce Rossa Italiana e ANPAS, sono pronti a unire le forze e, come spiegano Antonio Arosio e Luca Puleo, rispettivamente Presidente CRI Lombardia e ANPAS Lombardia, “a prevedere la possibilità di formare equipaggi misti, con Volontari CRI e ANPAS a bordo dello stesso mezzo per garantire continuità e qualità ai servizi per il territorio”.

Tutto questo è possibile perché la formazione dei Soccorritori e l’allestimento è il medesimo, come previsto dalla normativa regionale in materia.
“L’obiettivo è mantenere in questa situazione straordinaria il medesimo standard di servizio che gli Enti erogano normalmente” continuano i Presidenti.

“I nostri Volontari e Collaboratori sono formati, seguono le indicazioni che sono state diffuse da AREU in materia di Coronavirus, hanno nei singoli Comitati Regionali un punto di riferimento per qualsiasi necessità; è un momento complesso cui stiamo rispondendo in maniera efficace e che potremo fronteggiare, se necessario, anche mettendo a fattor comune esperienze e competenze”.

 

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy link
Powered by Social Snap