Cooperazione tra Lombardia e Bosnia: emergenza freddo nella rotta balcanica

 
Il memorandum è stato firmato tra il Presidente lombardo Antonio Arosio e il Segretario Generale bosniaco Namik Hodžić alla presenza di Flavio Ciriaci (Delegato Internazionale per i Balcani) e Elmir Camic' (Head Officer CICR per i Balcani)
Il memorandum è stato firmato tra il Presidente lombardo Antonio Arosio è il Segretario Generale bosniaco Namik Hodžić alla presenza di Flavio Ciriaci (Delegato Internazionale per i Balcani) e Elmir Camic’ (Head Officer CICR per i Balcani) e Ibrahim Malla (Referente Regionale Cooperazione Internazionale).

È stato siglato un memorandum of understanding per incrementare la collaborazione tra il Comitato Regionale della Lombardia e la Croce Rossa della Federazione Bosnia – Erzegovina, che si trova ad affrontare in questo periodo una sfida assai difficile per assistere i numerosi migranti che percorrono la cosiddetta rotta balcanica.
In Bosnia – Erzegovina hanno pochi mezzi e molte necessità da soddisfare, aggravate dall’inizio dell’inverno che si presenta inclemente.
La Croce Rossa di Bosnia – Erzegovina sta mettendo in campo tutte le sue potenzialità e noi, come lo scorso anno, li sosteniamo con un convoglio umanitario che possa fornire il materiale necessario.

 
 
 
Un'immagine scattata da Ibrahim Malla durante una visita ad un campo della rotta balcanica
Un’immagine scattata da Ibrahim Malla durante una visita ad un campo della rotta balcanica
 
 
Un'immagine scattata da Ibrahim Malla durante una visita ad un campo della rotta balcanica
Un’immagine scattata da Ibrahim Malla durante una visita ad un campo della rotta balcanica

Stiamo organizzando pertanto una raccolta di generi di prima necessità attraverso i Comitati Territoriali  che aderiscono all’iniziativa.
C’è bisogno di:
Vestiario: Abiti invernali, sciarpe, berretti, guanti, calze, sacchi a pelo, scarpe, coperte, biancheria intima nuova.
Prodotti per l’igiene personale: salviette, sapone, shampoo, spazzolini, dentifricio, assorbenti, pannolini
Generi vari: giocattoli per i bambini.
Interessano anche mezzi di trasporto usati come camion, cucine mobili, minivan, caravan, ambulanze (perlomeno di standard euro 5, ovvero immatricolati a partire dal 2011 in poi).
Per motivi doganali non possiamo raccogliere né alimenti né medicinali.

 
 
 

Un'immagine scattata da Ibrahim Malla durante una visita ad un campo della rotta balcanica
Un’immagine scattata da Ibrahim Malla durante una visita ad un campo della rotta balcanica

I beni verranno raccolti a Como nel magazzino di viale Innocenzo XI, gentilmente già imbancati o inscatolati e chiusi con packing list con valore indicativo per il passaggio doganale. Il coordinatore organizzativo della raccolta, Alessandro Benati, è raggiungibile al numero 331-1078080 per chiarimenti o comunicazioni. Se avete altro materiale o mezzi da donare contattate il nostro Referente Regionale per la Cooperazione Internazionale e Ambasciatore di Buona Volontà della Croce Rossa di  Bosnia – Erzegovina, Ibrahim Malla all’indirizzo ibrahim.malla@lombardia.cri.it
Il termine della consegna dei beni al magazzino di Como è il 5 gennaio 2020.
Una nostra donazione può davvero fare la differenza e aiutare le numerose persone che in questo momento difficile possono contare sulla Croce Rossa.

 

 

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy link
Powered by Social Snap