Un anno stellare per la Gioventù Abruzzese: tutti i numeri

La Consulta Nazionale riunita a Penne il 4 marzo ed il ricordo di Gabriele D'Angelo

On line il report Annuale 2017 delle Attività Giovani Abruzzo

 

Carissimi Volontari e Volontarie,

giunti al termine di questo stellare
anno trascorso insieme, voglio ripercorrere brevemente con ciascuno di Voi il
viaggio che ci ha visto protagonisti
in molte occasioni, perché solo dai nostri gesti e dalle nostre azioni possiamo imparare, crescendo professionalmente
ma soprattutto personalmente e quindi migliorarci. Abbiamo iniziato il 2017 con
un Abruzzo “ferito” ma le forze, le risorse a disposizione ed i sorrisi di
tutti i volontari hanno dimostrato un’ottima preparazione in risposta
all’emergenza gestendo strutture di accoglienza, presidi sanitari, Sale Operative
e tre ludoteche per bambini. “L’Angolo di
Henry” infatti è stato un punto di ritrovo fondamentale per i più piccoli
per distrarsi e non pensare al brutto evento che li aveva costretti fuori casa;
quella stessa ludoteca, fulcro nel campo di Grisciano per il terremoto di
Agosto, lo  è stata ugualmente a Gennaio presso
le strutture alberghiere sulla costa Adriatica e sarà sempre pronta ad
accogliere tutti, indistintamente, con il suo meraviglioso ed affettuoso personale.
Febbraio è stato il periodo utile ad eleggere in diversi Comitati il
Rappresentante della Gioventù, membro del Consiglio Direttivo e figura di
riferimento per tutti i soci under 32 e di conseguenza il mese successivo, ha
visto la creazione di quattro diversi tavoli tecnici di lavoro con la composizione
della Squadra dei referenti ed i
relativi staff a loro supporto; il risultato più importante si è concretizzato
nella pubblicazione del “Toolkit
regionale della Gioventù”: un manuale utile a tutti i Giovani/Delegati/Rappresentanti
eletti per orientarsi al meglio nel mondo della formazione in Associazione. Il
toolkit parte dal corso di Accesso per volontari con i relativi obiettivi e
capacità da acquisire passando poi allo “step iniziale” per essere un Giovane
CRI ovvero il Percorso Gioventù, per approdare in conclusione alle quattro
specialità di “Operatore” tra Salute, Pace, Giovani in azione e Riduzione
rischi da disastro e cambiamenti climatici. I primi giorni di Marzo  hanno invece visto tutto il cuore e la forza della gioventù nazionale riunirsi a Penne, nella Consulta Nazionale:
un luogo altamente significativo per ricordare la scomparsa del giovane
Gabriele nella tragedia di Rigopiano e per dare il giusto merito a tutto il Comitato
particolarmente attivo durante l’emergenza con tutti i volontari a disposizione,
per diverse settimane. Promossa dal Comitato Nazionale ad Aprile, la Settimana Mondiale della Salute ha, quest’anno in maniera emblematica, riscosso un
notevole successo: la partecipazione di ben dodici Comitati su un totale di
quattordici ed un incremento quasi
del 100% di contatti (tra i 14 ed i 35 anni) rispetto al precedente 2016. Altresì
Luglio è stato un intenso mese nel quale i Giovani hanno lavorato senza sosta,
in montagna ed al mare, guadagnando su scala nazionale il primato nell’attività “Riduzione rischi da disastro e cambiamenti
climatici” rispettivamente nelle categorie “Numero di attività, contatti e volontari coinvolti”. Mentre due
ragazzi partecipavano al X Campo nazionale a Zafferana Etnea sullo “Youth Empowerment” in vista degli Stati
generali, i giovani abruzzesi erano alle prese con l’allestimento del campo
regionale “Manovra parco – PNA”, a
Civitella Alfedena cuore del Parco nazionale d’Abruzzo. 500 richieste di
iscrizioni pervenute, più di 40 come “Capocampo” in una delle quattro
settimane, 5 attivazioni della Centrale 118 per “dispersi ad alta quota”, più
di 100 interventi sanitari presso l’ambulatorio mobile e sui sentieri, 12
regioni d’Italia coinvolte ed una simulazione di maxi emergenza a Pescasseroli
con 70 volontari tra medici, infermieri, soccorritori, simulatori/truccatori e
coordinatori, 4 ambulanze ed il posto medico avanzato allestito dal Comitato di
Chieti. Un campo che ha riscontrato un successo strepitoso e che si pone
ulteriori obiettivi per l’edizione 2018, ancora più intraprendenti. La Bulgaria
a Settembre, in occasione della “12th Academy for Volunteers” ha visto la
partecipazione di una nostra volontaria in rappresentanza della Gioventù
nazionale mentre lo Staff rRegionale presentava nel mese di Ottobre le linee
guida del progetto SPORTS: una sorta
di competizione tra scuole a “sfide” di rianimazione cardiopolmonare tra gli
alunni nella quale il migliore istituto si aggiudica un Defibrillatore semi automatico donato da Croce Rossa Italiana. Il
mese di Dicembre si chiude infine con gli Stati generali della Gioventù e l’Assemblea
Nazionale, momento di confronto e condivisione di idee, progetti e novità con
tutti i Rappresentanti dei Comitati d’Italia sotto il principio dell’Unità e con la fFrmazione: tre campi attivati
per un totale di circa 100 persone tra partecipanti e staff, investiranno il loro
tempo per apprendere nozioni tecniche e pratiche al fine di diventare “agenti di cambiamento”. I Giovani CRI
Abruzzo sono stati attivi tutto l’anno sulle principali piattaforme social
odierne, Facebook, Instagram e Telegram con diverse campagne pubblicitarie, campagne
online e di supporto alle attività svolte nel territorio regionale o attività propriamente
regionali come quella del 2 Dicembre a Pescara (scelta come “città vetrina”)
per la Giornata contro l’AIDS. Il social d’eccellenza si conferma anche quest’anno
Facebook, grazie a tutto lo staff (grafici, fotografici e giornalisti
professionisti) con una copertura di post pari a 30mila persone, mentre Instagram si assesta al seguito, in aumento,
con un totale di 3200 impression
rivolgendosi in particolar modo alla fascia d’età 18-24 anni (53 % uomini e 47%
donne).

Dal report semestrale diffuso
dall’Ufficio gioventù nazionale, secondo un’analisi comparata effettuata tra il
primo semestre 2016 e quello 2017, l’Abruzzo si colloca in terza posizione per “Attività svolte, volontari e contatti
effettuati”, quest’ultimi quasi pari a 6500, dietro a Toscana ed Emilia
Romagna.

Dopo tutto ciò e dopo queste
statistiche, mi rimane difficile aggiungere altro se non un grazie sincero a tutti i 2000 Giovani abruzzesi,
alla squadra regionale che svolge un lavoro quotidiano e silenzioso, a chi scommette ed investe sulla gioventù ed a chi ha ancora voglia di essere giovane.

“Essere
giovane e non essere rivoluzionario, penso sia una contraddizione perfino
biologica” afferma S. Allende ma vorrei concludere con una citazione di F
Scott Fitzgerald, che afferma: “La
gioventù è un sogno, una forma di pazzia chimica”.

 

Con stima,

Pierpaolo Esposito

Consigliere Regionale per la Gioventù – Comitato Regionale Abruzzo


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy link
Powered by Social Snap