Il Servizio civile universale è la scelta volontaria di dedicare alcuni mesi della propria vita al servizio di difesa, non armata e nonviolenta, della Patria, all’educazione, alla pace tra i popoli e alla promozione dei valori fondativi della Repubblica italiana, attraverso azioni per le comunità e per il territorio. Il Servizio civile universale rappresenta una importante occasione di formazione e di crescita personale e professionale per i giovani, che sono un’indispensabile e vitale risorsa per il progresso culturale, sociale ed economico del Paese.

Per ogni approfondimento visita il sito del Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale

Chi può partecipare?

Possono presentare domanda i giovani senza distinzione di sesso che, alla data di presentazione della domanda, abbiano compiuto i 18 e non superato i 28 anni di età (28 anni e 364 giorni) e siano in possesso dei seguenti requisiti:

  1. cittadinanza italiana, ovvero di uno degli altri Stati membri dell’Unione Europea, ovvero di un Paese extra Unione Europea purché il candidato sia regolarmente soggiornante in Italia;
  2. aver compiuto il diciottesimo anno di età e non aver superato il ventottesimo anno di età (28 anni e 364 giorni) alla data di presentazione della domanda;
  3. non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata.

Se si intende partecipare ai progetti dedicati ai giovani con minori opportunità (se il bando lo prevede), fermo il possesso dei requisiti sopra indicati, occorre appartenere alla categoria specifica indicata dal progetto.

Chi non può partecipare:

Non possono presentare domanda i giovani che:

  • appartengano ai corpi militari e alle forze di polizia;
  • abbiano già prestato o stiano prestando servizio civile nazionale o universale, oppure abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista;
  • intrattengono, all’atto della pubblicazione del presente bando, con l’ente titolare del progetto rapporti di lavoro/di collaborazione retribuita a qualunque titolo, oppure abbiano avuto tali rapporti di durata superiore a tre mesi nei 12 mesi precedenti la data di pubblicazione del bando; in tali fattispecie sono ricompresi anche gli stage retribuiti
COME PRESENTARE DOMANDA

Dopo aver letto interamente il bando , la domanda si può presentare esclusivamente tramite la piattaforma DOL a cui puoi accedere generando delle credenziali o direttamente tramite lo SPID entro le ore  10 febbraio 2022, ore 14:00 (inizialmente la scadenza  prevista era il 26 gennaio 2022 che è stata prorogata dal Dipartimento per le  Politiche Giovanili e il Servizio Civile ).

All’interno dovrai inserire diverse informazioni che ti verranno richieste e ti verrà richiesto di scegliere per quale progetto aderire. Alla domanda vanno allegati:

  1. fotocopia di un valido documento di identità personale
  2. dichiarazione dei titoli posseduti o Curriculum Vitae sotto forma di autocertificazione
  3. informativa “Privacy”, redatta ai sensi del Regolamento U.E. 679/2016
Cosa accade dopo aver presentato la domanda?

Tutti i candidati dovranno sostenere una selezione che sarà effettuata direttamente dall’Ente titolare del progetto. A tal fine l’ente pubblica sul proprio sito internet, nella sezione dedicata al “servizio civile” sulla home page, il calendario di convocazione ai colloqui almeno 10 giorni prima del loro inizio, a pena di annullamento delle selezioni. La pubblicazione del calendario ha valore di notifica della convocazione a tutti gli effetti di legge e il candidato che, pur avendo inoltrato la domanda, non si presenta al colloquio nei giorni stabiliti senza giustificato motivo è escluso dalla selezione per non aver completato la relativa procedura.

I candidati si attengono alle indicazioni fornite dall’ente medesimo in ordine ai tempi, ai luoghi e alle modalità delle procedure selettive, che in ogni caso sono effettuate in lingua italiana.

Quali sono i progetti di Croce Rossa e dove vengono effettuati?

Consulta l’elenco completo dei progetti di Croce Rossa Italiana

per il tramite del seguente link https://www.politichegiovanili.gov.it/servizio-civile/bandi-e-avvisi-di-servizio-civile/bandi-di-selezione-volontari/scegli-il-tuo-progetto/?bando=87505&gazzetta=61&estero=0 

 

Per maggiori informazioni su progetti e modalità di partecipazione potete:

Di seguito è possibile consultare le schede con gli elementi essenziali dei progetti che verranno svolti presso il Comitato Regionale CRI Sicilia

ABRUZZO-SICILIA-CAMPANIA-CALABRIA-PUGLIA-LA-CRI-PER-LA-DIFFUSIONE-DELLA-CONOSCENZA-DI-TUTTI-PROTEZIONE-CIVILE-NELL’ITALIA

All.1_PROG_USCITA-DEMERGENZA

ALL.1_-PROG_-LA-CRI-PER-LINFORMAZIONE-DI-TUTTI-PROTEZIONE-CIVILE-NELLITALIA-MERIDIONALE

Indicazioni per i colloqui

In fondo alla pagina è possibile consultare i calendari dei colloqui che si terranno in presenza -nel rispetto delle indicazioni fornite nella presente- presso la sede del Comitato Regionale sita a Palermo in via Piersanti Mattarella 3/A.

Come previsto dalla circolare del Dipartimento per le politiche giovanili e il servizio civile del 24 febbraio 2021 recante “indicazioni sulle modalità operative di svolgimento dei colloqui degli aspiranti operatori volontari del servizio civile universale” i candidati aspiranti operatori Volontari del Servizio Civile Universale dovranno osservare le seguenti misure organizzative ed igienico-sanitarie:

  1. presentarsi senza alcun tipo di bagaglio (salvo situazioni eccezionali, da
    documentare);
  2. non presentarsi presso la sede concorsuale se affetti da uno o più dei seguenti
    sintomi:
    a. temperatura superiore a 37,5°C e brividi;
    b. tosse di recente comparsa;
    c. difficoltà respiratoria;
    d. perdita improvvisa dell’olfatto (anosmia) o diminuzione dell’olfatto (iposmia), perdita del gusto (ageusia) o alterazione del gusto (disgeusia);
    e. mal di gola.
  3. non presentarsi presso la sede di svolgimento dei colloqui se sottoposti alla misura della quarantena o isolamento domiciliare fiduciario e/o al divieto di allontanamento dalla propria dimora/abitazione come misura di prevenzione della diffusione del contagio da COVID-19;
  4. presentare all’atto dell’ingresso nell’area concorsuale un referto relativo ad un test antigenico rapido o molecolare, effettuato mediante tampone oro/rino-faringeo presso una struttura pubblica o privata accreditata/autorizzata in data non antecedente a 48 ore dalla data di svolgimento delle prove;
  5. indossare obbligatoriamente, dal momento dell’accesso alla sede di svolgimento
    dei colloqui sino all’uscita, la mascherina di protezione (FFP2) delle vie respiratorie che ciascun candidato dovrà procurarsi autonomamente.

Gli obblighi di cui ai numeri 2 e 3 devono essere oggetto di un’apposita autodichiarazione (vedi allegato 2) che il candidato deve produrre, ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000 e che deve consegnare al personale addetto alla identificazione.

Qualora una o più delle sopraindicate condizioni non dovesse essere soddisfatta, ovvero in caso di rifiuto a produrre l’autodichiarazione, verrà inibito l’ingresso del candidato nell’area di svolgimento della prova orale.

In ogni caso, qualora un candidato, al momento dell’ingresso nell’area adibita a colloquio presenti, alla misurazione -per il tramite di termoscanner automatico- una temperatura superiore ai 37,5°C o altra sintomatologia riconducibile al Covid-19, deve essere invitato a ritornare al proprio domicilio.

I candidati dovranno presentarsi nella sede di svolgimento del colloquio (sede del Comitato Regionale sita a Palermo in via Piersanti Mattarella 3/A) secondo il calendario comunicato, avendo cura di rispettare la scansione oraria predefinita, quale strumento organizzativo utile a prevenire ogni possibilità di assembramento.

Il candidato potrà trattenersi presso la sede per il tempo utile ad assistere eventualmente ad altri colloqui, nei limiti stabiliti (vedi oltre) volti ad assicurare il rispetto delle norme di prevenzione.

Al fine di evitare sovraffollamenti, nonché assicurare il rispetto delle prescrizioni imposte per la prevenzione e protezione dal rischio di contagio da COVID-19, all’interno dei locali potranno essere presenti – e quindi assistere ai colloqui- un numero massimo di soggetti terzi pari al numero di dieci unità (10) oltre al candidato e alla Commissione esaminatrice.

Al fine di ridurre al minimo la tempistica delle operazioni di identificazione i candidati dovranno trasmettere, esclusivamente in risposta alla mail di convocazione ed entro 7 giorni, a mezzo email ordinaria copia scansionata del documento di riconoscimento che saranno presentati in sede concorsuale.

Al fine di offrire un riepilogo sulla documentazione che dovrà essere esibita il giorno del colloquio l’aspirante dovrà essere in possesso della seguente documentazione:

  • Allegato 2- autodichiarazione -ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000-
    assenza sintomi covid firmata e compilata;
  • referto relativo ad un test antigenico rapido o molecolare, effettuato mediante
    tampone oro/rino-faringeo presso una struttura pubblica o privata accreditata/autorizzata in data non antecedente a 48 ore dalla data di svolgimento delle prove;
  • documento di riconoscimento (che deve corrispondere a quello precedentemente inviato via email).

Nel caso in cui vi siano delle modifiche normative legate al Covid che impattino sulla gestione degli eventi di selezione, sarà nostra cura comunicarlo tempestivamente.

Calendario convocazione colloqui SCU CRI Sicilia_Aprile 2022

Allegato2- Autodichiarazione candidati

 

Ultimo aggiornamento sito 18/03/2022

Copy link
Powered by Social Snap