Progetto LISA “Lavoro Inclusione Sviluppo Autonomia”

Si svolge oggi, 21 giugno 2022, il tavolo tecnico promosso dal Comitato Regionale CRI FVG in collaborazione con Confindustria alto Adriatico sul tema dell’inclusione lavorativa per i soggetti fragili. L’evento si inserisce nel progetto nazionale LISA – “Lavoro Inclusione Sviluppo Autonomia”, promosso da Croce Rossa Italiana che va a potenziare i Leggi tutto…

Il contributo del Servizio di supporto psicologico nel quadro delle attività emergenziali

Il contributo del Servizio di supporto psicologico nel quadro delle attività emergenziali Il SeP nel quadro delle attività emergenziali L’evento formativo si colloca all’interno dell’incontro nazionale promosso dall’Area Operazioni Emergenza e Soccorsi (Stati Generali Area Emergenza, Lignano Sabbiadoro (UD), 3-5 dicembre 2021). sede: Villaggio Ge.Tur Lignano Sabbiadoro (UD) 33054 giornate Leggi tutto…

Giro V 2021 – Giro del Volontariato Torino-Solferino

Torino-Solferino 2021: Sette Volontari CRI in bici con la fiaccola della speranza e solidarietà. Martedì 22 giugno ha preso il via da Alba, Piemonte, la seconda edizione del GiroV, Giro d’Italia del Volontariato, durante il quale 7 ciclisti, Volontari di Croce Rossa, ognuno testimone di uno dei Sette Principi fondamentali del Movimento Leggi tutto…

19 giugno – nuova sede della CRI a Tarcento

Tarcento, 19 giugno – Oggi a Tarcento si è tenuta l’inaugurazione della nuova sede della CRI. Alla cerimonia sono intervenuti il vicegovernatore della Regione Riccardo Riccardi, il sindaco Mauro Steccati, il direttore generale di Asufc Denis Caporeale assieme alla presidente regionale della CRI FVG Milena-Maria Cisilino, la presidente del Comitato Leggi tutto…

45° anniversario del Terremoto del Friuli

45° anniversario del Terremoto del Friuli

6 maggio 1976 – 6 maggio 2021

A ricordo delle vittime del sisma del 1976 e di quanti si sono adoperati nelle azioni di soccorso, alle ore 21.00 odierne, i mezzi della Croce Rossa Italiana del Friuli Venezia Giulia, presenti nelle principali località sede di Comitato, accenderanno in contemporanea i dispositivi luminosi quale simbolo di luce nel silenzio della notte che rappresenta la resilienza delle nostre Comunità.

Dall’Archivio Storico Centrale CRI apprendiamo che a seguito del primo evento del 6 maggio 1976 “…Venivano immediatamente attivati i Comitati e i Sottocomitati dell’Associazione e si disponeva l’inizio della raccolta di denaro e mezzi. Venivano allertati i Centri di Mobilitazione del Corpo Militare e del Corpo delle Infermiere Volontarie. Da Milano, Venezia, Roma, Bergamo e Torino partivano immediatamente 50 autoambulanze, un camion frigorifero, tende (300), coperte (14mila), lettini da campo completi di attrezzatura (800), viveri, plasma e medicinali di ogni tipo, con particolare attenzione all’insulina, ai sieri, ai vaccini, antibiotici, antipiretici e antibronchitici. Fin dal primo momento, per le attività sanitarie presso gli attendamenti venivano inviate 30 roulottes grandi e completamente attrezzate. Il personale sanitario della CRI nei primi tre giorni successivi al sisma vaccinava 90mila persone. In base a una convenzione stipulata con la Regione Friuli Venezia Giulia, alla Croce Rossa veniva affidata la gestione, la distribuzione e la consegna dei materiali di prima necessità per i Comuni più colpiti”.

(altro…)