Pescara e Spoltore in soccorso alle persone senza fissa dimora

immagine notizia

Notevole l’impegno che ieri 30 dicembre hanno sviluppato i Comitati Locali di Pescara e Spoltore della Croce Rossa Italiana in favore delle persone senza dimora che non avrebbero potuto sopportare un’altra notte di gelo. Un lavoro sinergico tra i Commissari CRI Matteo Mattioli e Pierluigi Parisi i quali, coadiuvati anche dai delegati e dai volontari di Unità di Strada, hanno a lungo interloquito con le istituzioni locali alla ricerca di soluzioni adeguate. Grazie anche alla fattiva collaborazione di Caritas diocesana, Train de Vie e Comunità di Sant’Egidio, alla fine tutte le persone bisognose sono state accolte presso il dormitorio della “Cittadella dell’Accoglienza” e presso alcune strutture alberghiere della città. Anche per le ultime 15 persone rimaste in difficoltà si è trovata, infine, una sistemazione confacente. Da sottolineare, tuttavia, che caso di necessità la Croce Rossa si era comunque resa disponibile ad aprire le proprie sedi operative a Pescara e Spoltore der dare rifugio a chi è costretto a dormire per strada.
Fino a tarda sera una Unità di Strada della Croce Rossa Italiana ha girato per la città per accertarsi che non ci fossero ancora persone in difficoltà.
Purtoppo il ritorno del freddo ogni inverno ripropone puntualmente l’annoso problema delle tante persone senza dimora che dormono per strada in condizioni estreme. Problema che ogni volta si trasforma in emergenza non solo da quando la stazione centrale non è più accessibile di notte, ma anche e soprattutto per insufficienza di strutture sul territorio e di strategie adeguate. In questo senso è facile intuire le difficoltà che spesso incontrano le organizzazioni che si occupano di interventi a bassa soglia.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy link
Powered by Social Snap