testata per la stampa della pagina

Il diritto internazionale nella risposta ai disastri

 
Emergenza

Gli ultimi decenni hanno dimostrato che la cooperazione internazionale è essenziale per far fronte alle necessità umanitarie delle comunità colpite da catastrofi, anche alla luce dell'aggravarsi degli eventi meteorologici causati dal cambiamento climatico in atto. Recenti catastrofi dimostrano c nessuno stato può ragionevolmente considerarsi immune dalla necessità occasionale di fare ricorso all'assistenza internazionale.
 
Purtroppo pochi governi sono adeguatamente preparati alla possibilità che un giorno possano richiedere assistenza internazionale. Spesso ci si trova davanti ad un eccesso di regolamentazione di alcuni settori, che rallentano l'ingresso e la distribuzione degli aiuti, mentre in altri, la sotto-regolamentazione conduce a bassa qualità e sforzi non coordinati.

Questi problemi sono aggravati dal crescente numero e varietà di attori internazionali che potrebbero cercare di fornire assistenza nella risposta a disastri di grandi dimensioni.
Le principali vittime di questi problemi sono le famiglie la cui vita è stata stravolta da un grave disastro e che hanno bisogno di immediato ed efficace supporto.

Per questo motivo, nel 2001 la Federazione Internazionale avvia il programma International Disaster Response Laws, Rules and Principles (IDRL), con lo scopo di esplorare regole e leggi in vigore relative alla risposta ai disastri, in particolare nelle operazioni di soccorso.

Nel 2003, la 28° Conferenza Internazionale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa approva con favore il lavoro svolto dal programma IDRL, sollecitando tutte le Società Nazionali a identificare e disseminare gli strumenti legali chiave, identificare i gap presenti nella legislazione e agire affinché tali gap siano colmati.

Nel 2007, la 30° Conferenza Internazionale adotta le "Linee Guida per la facilitazione e regolamentazione domestica delle operazioni internazionali di soccorso e di assistenza riabilitativa iniziale. Inoltre, la conferenza invita tutte le Società Nazionali a continuare la ricerca e l'advocacy cercando di raggiungere, così, una migliore preparazione legale degli stati ai disastri.

 
 
Emergenza

- Le Attività
 
Il Programma prevede che la Federazione internazionale svolga tre ruoli fondamentali:

1. Assistenza tecnica. Collaborando con le Società Nazionali di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa e altri partner, nell'assistere i governi nel rafforzamento della preparazione legale "domestica" ai disastri.

2. Capacity Building. Costruendo le capacità delle Società Nazionali nel consigliare i rispettivi governi in merito allo sviluppo delle leggi per la gestione dei disastri.

3. Advocacy, disseminazione e ricerca. Costruendo partnership a livello internazionale e regionale sulla preparazione legale, disseminazione delle nuove linee guida e incoraggiando nuove e innovative ricerche.

La Croce Rossa Italiana ha accolto l'invito della Federazione, con un approccio al programma che unisce le competenze del Servizio Attività di Emergenza e Operazioni Internazioni e dell'Ufficio Diritto Internazionale Umanitario. Quest'approccio è stato apprezzato anche dalla Federazione Internazionale e adottato da altre Società Nazionali.

La C.R.I. porta avanti in questa prima fase un'azione di disseminazione, in particolare tra i propri componenti e tra il personale deputato alla gestione delle emergenze, dei contenuti e degli obiettivi del programma. Anche a tale scopo le Linee Guida sono state tradotte in italiano.

In una successiva fase si procederà alla costituzione di un gruppo di lavoro che svolgerà un'analisi della normativa italiana, al fine di individuarne gap e punti di forza.

 
Copyright © 2017 All Rights Reserved - Associazione della Croce Rossa Italiana - Via Toscana, 12 - 00187 Roma - Tel. 065510- P.I. e C.F. 13669721006
Codice Univoco Fatturazione Elettronica A4707H7